Le basi per la costituzione della pace universale suprema   Per dare principio al dialogo che pacifichi nella loro unità trascendente le diverse religioni, è necessario chiarire i fondamenti dottrinali per i quali è possibile trovare un vero accordo sul Principio Unico di cui tutte le forme religiose sono espresisone secondo diversi paradigmi provvidenziali. In senso generale possiamo dire che in ciascuna forma religiosa tradizionale esiste una dimensione esoterica che si riferisce al suo nucleo essenziale, spirituale e intellettuale, al quale si accede tramite un’iniziazione che permette di superare lo stato umano, attualizzando così la “liberazione” dell’essenza sovraumana, sovrapsichica e increata, del soggetto individuato. La liberazione, prodotta dalla conoscenza, svincola l’essenza intellettiva dalle limitazioni derivate dall’assimilazione alle determinazioni psichiche individuali, e restaura la sua attività contemplativa divina, consentendole poi di elevarsi a stati universali di realizzazione, fino allo svelamento dell’Identità Suprema. La dimensione del vero esoterismo è quella costituita dalla gnosi intellettuale della realtà metafisica, e perciò anche metapsichica, nella quale sussistono le essenze eterne di tutti gli enti e il loro Principio Divino Unitario. Possiamo parlare di esoterismo assoluto e di metafisica integrale quando ci si riferisce alla Realtà Divina Suprema, integralmente non duale e perfettamente trascendente tutte le



Per continuare a leggere accedi o registrati

Accesso per utenti iscritti