Origini, natura, storia e attualità

 

di L.M.A. Viola

 

Chiunque oggi voglia farsi un’idea corretta ed esaustiva di cosa sia la medicina, di quale sia la sua origine e che cosa sia avvenuto nel corso della sua storia, dovrà affrontare un percorso assai difficoltoso, in quanto pressoché tutte le fonti che trattano di tali argomenti presentano le cose in modo pregiudiziale, alterato e persino capovolto. Questo libro intende rettificare questa situazione, in particolare si prefigge di chiarire in modo approfondito quali siano  l’origine, la natura e il fine dell’autentica medicina che ha unificato l’Occidente europeo e mediterraneo nei secoli fino ad oggi.

La trattazione prende le mosse dall’origine divina della medicina, per cui risale alle condizioni auree dell’umanità e alla successiva costituzione delle civiltà religiose tradizionali, aventi il loro principio in quei primordi. La vera medicina è costituita da un principio di origine divina, per cui ha un carattere religioso e sacro, il suo scopo è dunque spirituale, mentre oggi questo scopo, nella pseudomedicina attuale, si è completamente perduto ed è stato persino rovesciato nei suoi intendimenti.

La medicina religiosa tradizionale considera l’uomo nella sua totalità, nelle sue tre componenti, corporea, animica e spirituale, ma non solo, considera sempre l’uomo all’interno del suo contesto di vita, civile e religioso, per cui si occupa del complesso della Salute Pubblica e, all’interno di questa, della salute privata o personale dei singoli uomini. Per le civiltà tradizionali di carattere religioso non ha alcun senso trattare della salute individuale del singolo uomo separandola dalla Salute Pubblica.

La vera medicina non può essere ridotta al trattamento del solo corpo, perché essa si occupa di regolare l’azione dell’intero uomo affinché egli persegua il suo sommo bene, la Salute integralmente  intesa.

La “medicina” contemporanea ha perso completamente di vista l’uomo e la sua Salute, quest’ultima è stata confusa con uno stato accidentale del corpo materiale. Lo scopo di questa pseudomedicina è quello di costituire l’uomo-corpo in uno stabile e definitivo stato di piacere sensibile, definito altrimenti “benessere”, attraverso tutte le modalità possibili, dalle manipolazioni genetiche, ai trapianti, alla produzione di organi artificiali, alla clonazione, ecc., una serie di pratiche che converge verso gli stessi fini del transumanesimo. Una medicina a rovescio non può che tentare di produrre una parodia dell’immortalità dell’uomo, intesa materialmente, ma il vero fine di immortalità è l’autentico scopo della medicina sacra, la palingenesi che essa pratica consente di realizzare la vera Salute, simboleggiata dal pentalfa pitagorico, altrimenti connotato come stella salvtis. La disciplina palingenetica della vera medicina è un procedimento religioso e iniziatico che libera dalla morte e dalla corruzione. La confusione dell’anima col corpo, che caratterizza la medicina a rovescio, equivale alla diabolica “teriomorfosi”, ovvero alla sfigurazione dell’anima umana nel therios, nel deforme stato bestiale, mentre la medicina autentica produce l’assimilazione dell’anima a Dio, fino a prendere la forma divina, ossia la realizzazione della “teomorfosi”, con la conseguente glorificazione salutare che investe anche l’uomo-corpo e lo sottrae alla corruzione.

Lo scopo di questo libro consiste nel fare giustizia di tutto ciò, l’uomo attuale è profondamente malato in spirito, anima e corpo, per risanarsi ha innanzitutto bisogno di conoscere cosa sia la vera Salute e quale sia la vera Medicina che consente di realizzarla. Egli deve essere perciò liberato dall’illusoria, quanto ingannevole, pseudomedicina, atta solamente a sviare l’uomo ignaro da ciò che costituisce effettivamente il suo vero bene, la vera Salute, allontanandolo dal percorso che ne consente la realizzazione effettiva.

pp. 424 – F.to 17×24 – brossura cucita – 36,00 €

Sommario

Introduzione

Capitolo I

Lo stato originale dell’Uomo, la sua perfezione teofanica e lo stato integrale di Salute

I.a. Generalità

I.b. L’Uomo Divino Originale e la sua perfezione regale nella tradizione religiosa romano-italiana

I.c. La perfezione divina originale dell’Uomo nella tradizione religiosa greca

I.d. L’Uomo Originale e la sua regalità divina nella tradizione religiosa ebraica

I.e. La perfezione dell’Uomo Originale nella tradizione religiosa hindù e le età dell’umanità

I.f. La concordanza delle diverse tradizioni religiose sullo stato originale perfetto dell’Uomo e sul suo occultamento

I.f.1. La concordanza delle tradizioni religiose sui caratteri divini e sulle perfezioni dell’Uomo Divino Originale

I.f.2. Le modalità di occultamento della perfezione originale dell’Uomo

I.g. Una prima definizione della natura della Salute

I.h. La tradizione divina dello stato glorioso dell’Uomo Originale e la funzione delle religioni

I.i. L’origine e la funzione della Medicina Sacra Tradizionale

I.i.1. La Medicina Divina Originale e il Medico sacro tradizionale

I.i.2. La formazione del sacerdote medico tradizionale

I.i.3. La Medicina Sacra nelle civiltà religiose tradizionali

Capitolo II

La Medicina Sacra romana

II.a. La definizione originale della Medicina e della Salute a Roma

II.b. La concezione religiosa della Salvs

II.b.1. La Regalità divina e la costituzione della Salvs Pvblica

II.b.2. Il supremo politico e la Salute dell’umanità

II.c. I Custodi divini della Salute Pubblica

II.d. L’essenza della pietas e la sua funzione salutare fondamentale

II.e. La Salute Pubblica e i suoi custodi umani

II.e.1. Sacerdoti, magistrati e cittadini

II.f. Salute e medicina privata

II.f.1. La sapienza e l’autorità dei Patres

II.f.2. Il Mos Maiorvm quale misura e modello dell’educazione dell’uomo religioso romano-italiano

II.f.3. La formazione nel Mos Maiorvm: il Padre Maestro e il figlio discepolo

II.f.4. La Salute privata e il suo custode autorevole, il Pater Familias

II.g. La continuità della medicina sacra dalla Repubblica all’Impero

II.h. La definizione della Salvs e del suo culto

II.h.1. la natura di Salvs e il suo rapporto con Valetvdo

II.h.2. Apollo Medico, la Medicina Divina e la Salvs pubblica e privata

II.h.3 Il culto di Salvs Pvblica

Capitolo III

La medicina sacra greca

III.a. Le origini divine della medicina tradizionale greca

III.b. Il culto specifico di Asclepio

III.b.1. Le origini mitico-leggendarie

III.b.2. La pratica cultuale nei templi di Asclepio

Capitolo IV

Dalla medicina religiosa alla medicina filosofica

IV.a. La perdita della Salute originaria

IV.b. La Medicina Aurea, la Medicina Sacra e la natura della profanazione

IV.c. Dalla medicina delle civiltà sacre alla filosofia medica

IV.c.1. La crisi della civiltà greca e le origini della filosofia

IV.c.2. La Filosofia Divina e la sua tradizione

IV.c.2.1. La definizione originaria della Filosofia in Pitagora

IV.c.2.2. La natura spirituale della Filosofia e la realizzazione del Sommo Bene

IV.c.2.3. L’unità inscindibile di Filosofia e medicina

IV.c.3. Dalla medicina religiosa alla medicina filosofica

IV.c.4. La via filosofica e la vera Salute

IV.c.5. La filosofia come medicina dell’anima e dell’uomo

IV.c.6. La rettifica dei principali errori relativi alla filosofia medica

IV.c.7. La continuità della Filosofia Medica in Platone

IV.c.8. Limitazione della Divina Filosofia in Aristotele

IV.c.9. La “restaurazione” della metafisica integrale della Divina Filosofia in Plotino

IV.c.10. La continuità della Divina Filosofia

Capitolo V

La via filosofica divina, la vera cura di sé e la realizzazione della Salute

V.a. Socrate, la definizione originale della cura dell’anima quale terapia di tutto l’uomo

V.b. Filosofia e Medicina: la cura dell’anima fonda la cura del corpo

V.c. La Filosofia come terapia dell’uomo intero

Capitolo VI

Dalla Medicina Filosofica alla Medicina Naturale: la definizione complessiva della Medicina Tradizionale Occidentale

VI.a. Breve descrizione della suddivisione delle fasi temporali nell’ultima parte dell’Età Ferrea

VI.b. La sintesi pitagorica delle medicine religiose tradizionali.

VI.c. La medicina sapienziale e sacerdotale: i taumaturghi purificatori e i sacerdoti di Asclepio

VI.d. Caratteri distintivi della medicina filosofico-religiosa

VI.e. Da Pitagora ad Ippocrate: l’abbandono della medicina religiosa tradizionale e la nascita della medicina naturale

VI.e.1. Pitagora e la ridefinizione filosofica della medicina religiosa

VI.e.2. Il magistero di Alcmeone e la distinzione della medicina dalla filosofia prima di Ippocrate

VI.e.3. L’opera di Ippocrate e l’abbandono della medicina filosofico-religiosa tradizionale

VI.e.4. La reazione di Platone

VI.e.4.1. La vera medicina cura l’uomo a partire dalla sua essenza e dall’educazione alla virtù

V.e.4.2. I fondamenti metafisici della scienza medica tradizionale

VI.e.5. La transizione aristotelica e la sistemazione filosofica della Medicina Tradizionale Occidentale

V.f. La medicina naturale dopo Ippocrate

V.f.1. La costituzione della scuola dogmatica ippocratica

V.f.2. La seconda generazione della scuola ippocratica e l’accoglienza del magistero aristotelico

V.f.3. Le scuole mediche ellenistiche e il predominio del naturalismo

Capitolo VII

La nuova medicina romana: dalla diffusione delle scuole al magistero di Galeno

VII.a. La prima diffusione della medicina greca a Roma

VII.b. La reazione tradizionale romana alla degenerazione della medicina: da Cornelio Celso a Plinio il Vecchio

VII.c. L’opera magistrale di Galeno

VII.c.1. Le origini, la formazione e la posizione filosofica e scientifica

VII.c.2. La fedeltà alla tradizione ippocratica e la concezione del medico filosofo

VII.c.3. La dimensione filosofico-scientifica della medicina galenica e i suoi limiti riduzionistici

VII.c.4. La continuità della medicina galenica fino al Medioevo

Capitolo VIII

La Medicina Tradizionale Occidentale dal Medioevo alla Modernità

VIII.a. I principali indirizzi medici fra Antichità e Medioevo

VIII.b. I caratteri generali e le personalità della Medicina Tradizionale Occidentale nel Medioevo

VIII.c. Dalla fine del Medioevo all’Età Moderna: il Rinascimento e la restaurazione “eroica” della Medicina Tradizionale Occidentale

Capitolo IX

L’avvento della scienza moderna e la sovversione della via che conduce alla sapienza salutare

IX.a. La perdita della scienza sacra e l’emergenza della pseudoscienza profana

IX.b. La natura illusoria e sviante della pseudoscienza profana

IX.c. La funzione satanica e diabolica della falsa scienza moderna

IX.d. La rivoluzione antimetafisica e la genesi della medicina moderna

IX.e. L’abbandono della medicina tradizionale e la costituzione della medicina moderna

Capitolo X

Il ribaltamento della medicina tradizionale: la concezione materiale dell’uomo e della salute e la negazione della medicina

X.a. La preparazione della dissoluzione finale della medicina

X.b. L’organizzazione del sistema mondiale unificato della contromedicina

X.c. La fine della medicina: la costituzione a rovescio dell’Arte Medica e della Salute

X.d. La critica e la rettifica della medicina postmoderna e controtradizionale

X.e. La storia della medicina occidentale secondo la tradizione: la progressiva profanazione della medicina sacra e le sue conseguenze nefaste

X.f. La vera medicina tradizionale e le sue attuali contraffazioni

X.f.1. La medicina filosofica religiosa originale

X.f.2. La dimensione anagogica e realizzativa della vera medicina e le cause del suo degrado

X.f.3. La dissacrazione della ragione religiosa e la funzione diabolica della pseudoscienza profana

X.f.4. La funzione diabolica della pseudomedicina profana e delle pseudomedicine alternative

X.g. La continuità nel tempo della Medicina Tradizionale Occidentale e la sua presenza attuale

Bibliografia