Terzo Livello

La Formazione Religiosa Preliminare - Sezione Propedeutica

Le modalità della Formazione Religiosa Propedeutica Completa

Generalità

1) Le modalità dettagliate della Formazione Religiosa Propedeutica Completa vengono fornite su richiesta a coloro che hanno completato la Formazione Religiosa Introduttiva Completa.

2) Dopo aver valutato  quanto prevede l’ultima fase della Formazione l’allievo può richiedere direttamente al suo accompagnatore religioso, o attraverso formale richiesta scritta, di continuare il suo sviluppo partecipando alla Formazione Religiosa Propedeutica Completa, al fine di acquisire uno stato dell’animo capace di condurre una vita religiosa regolare.

3) La richiesta dell’allievo deve essere vagliata e approvata. L’iscrizione formale alla Formazione Religiosa Propedeutica Completa deve pervenire alla segreteria di A.R.Q. secondo le modalità indicate nei documenti istituzionali consegnati all’atto della domanda. Per procedere nella formazione occorre  regolarizzare la posizione associativa relativa al grado di formazione che si intende seguire.

4) Una volta che l’allievo ha costituito la sua regolare posizione di partecipante alla Fase Propedeutica Completa della Formazione, riceve il Programma Operativo dettagliato degli studi e delle discipline, che rispetta la tradizione della formazione religiosa ed esprime la pluridecennale esperienza di insegnamento e direzione religiosa rivolta a molteplici persone.

5) Il direttore o l’accompagnatore religioso, valutato il grado di preparazione raggiunta con la partecipazione alla Fase Introduttiva Completa della Formazione, indirizza l’allievo nello studio e nella disciplina più idonei, per completare l’acquisizione preliminare dello stato religioso dell’animo.

6) Al momento dell’avvio della formazione all’allievo verranno resi noti le modalità della frequenza della Formazione, i mezzi e i sistemi specifici di Formazione, come verrà assistito nella Formazione, qual è la durata consigliata della Formazione e il suo fine, infine come avverrà la verifica dello stato d’animo raggiunto con la Formazione, in modo che si possa valutare a quale modalità della vita religiosa, organica e completa, l’allievo potrà essere ammesso.