Il philologos è … colui che “ama il Verbo Divino” ed opera … in un contesto religioso … unificando tutte le potenze della sua anima, con al centro il suo logos,orientandole verso l’Amato, in modo da giungere all’unione perfetta, assimilante e integrante, con esso. La prassi che costituisce questo risultato divinizzante è la philologia, ovvero la disciplina attraverso la quale il soggetto, a partire dall’applicazione sulla forma iconica del verbo, ad esempio la parola detta o scritta, procede ad elevarsi nei diversi gradi di lettura della stessa, fino a penetrare in ciò che costituisce la sua essenza divina, il synthema essenziale del suo logos, nel quale risiede la verità immutabile dell’ente e la scienza divina ad esso inerente.