pagg. 304, f.to 17×24, 28,00 €

anno XXX  • Gen. – Giu. 2021 e.v.

I sezione – Formazione Religiosa Preliminare • Sezione Introduttiva
  Parte I Introduzione generale alla religione

L’individualismo: fondamenti metafisici e dinamiche causali della malvagità dell’uomo attuale
(parte III) di L.M.A. Viola 

g. Dalla metafisica integrale alla definizione dell’ontoteologia: l’affermazione sovversiva della sostanza e il primato dell’individuazione di esteriorità
  g. 1. La posizione di Aristotele
  g. 2. La posizione di Tommaso d’Aquino
  g. 3. Dall’ontoteologismo tomistico alle filosofie individualiste e temporaliste della Modernità
h. Il dogmatismo temporalista e la sostanzializzazione radicale dell’individualità
  h. 1. I fondamenti dell’individualismo temporalista moderno
  h. 2. Hegel, la fondazione dell’ateismo moderno e il trionfo della volontà di potenza
  h. 3. Bergson, la confusione del reale con l’irreale e la preparazione del nichilismo radicale
  h. 4. La filosofia del nulla negativo e l’annientamento finale dell’uomo 

L’identità e l’opera della Associazione Romània Qvirites (parte I) di A.R.Q  

1. Premessa: le ragioni di un’azione
  1. a. La necessità di definire meglio la natura dell’istituzione associativa
  1. b. La necessità di precisare e rettificare la natura di certe azioni alteranti
  1. c. Sull’origine dell’Associazione Romània Qvirites:
   – 1. c. 1. La fase precostitutiva: l’esperienza nelle religioni tradizionali
– 1. c. 2. La conoscenza della situazione religiosa occidentale e dell’Italia
– 1. c. 3. Il periodo di relazione col nascente Movimento Tradizionalista Romano: precisazioni e chiarimenti
1. d. Oltre i limiti e gli errori del “tradizionalismo evoliano-romano”
1. e. L’importanza della regolarità religiosa tradizionale
1. f. Una corretta dialettica fra le parti come base tradizionale della definizione degli indirizzi
2. I punti fondamentali che definiscono l’identità della A.R.Q.
  2. a. L’A.R.Q. come istituto di formazione religiosa tradizionale preliminare
  2. b. La presentazione dell’origine delle tradizioni spirituali, la definizione della loro regolarità e la denuncia di tutte le alterazioni del rispetto della regolarità delle tradizioni
  2. c. Sintesi della linea religiosa tradizionale romano-italiana osservata dall’ente associativo 

L’iniziazione secondo René Guénon. Limiti, errori e confusioni (parte I) di L.M.A. Viola 

1. Che cosa è l’iniziazione
1. a. Precisazioni introduttive
1. b. Tentativi di correzione
1. b. 1. Errori e confusioni relativi alle differenze sussistenti fra via mistica e via iniziatica
1. b. 2. Tentativi impropri di definire l’iniziazione

Sulla falsificazione della storia del recente tradizionalismo romano di A.R.Q 

a. Premessa
b. Sull’avvio dell’ultima fase del “tradizionalismo romano”
  b. 1. Sulle fasi salienti del periodo “fondativo”
  b. 2. Il problema essenziale del “ricollegamento” alla Tradizione Romana e della regolarità delle operazioni ricostitutive
  b. 3. Il problema del passaggio da un’azione tradizionalista all’integrazione in una religione tradizionale autentica
  b. 4. La presunta “continuità” della Tradizione Romana e la sua “presenza viva” nel tempo attuale
c. Sulle relazioni tenute dall’Istituzione Religiosa di Romagna col Movimento Tradizionalista Romano
  c. 1. Errori sulla natura dell’ente che ebbe relazioni col MTR
  c. 2. Procedure interne e disposizioni cultuali avventizie
  c. 3. Le dinamiche e le ragioni che hanno portato alla creazione di un’altra via alla romanità tradizionale
d. Il deterioramento progressivo della situazione del Movimento Tradizionalista Romano fino alla sua scissura e allo sfaldamento generale
e. Il neocostituito Movimento Tradizionale Romano e
l’assunzione esclusiva del primato nell’ambito del “tradizionalismo romano” di matrice evoliana.
f. La linea tradizionale volta al recupero operativo della romanità classica e l’ultima linea involutiva del “tradizionalismo romano” 

Parte II Introduzione generale alla religione romano-italiana

La continuità della cultura romana classica nel Medioevo (parte VII) di L.M.A. Viola
a. L’idea, il mito e il mistero imperiale di Roma dall’Antichità al Medioevo
   a.1. Mito e mistero di Roma dalle origini all’Alta Repubblica
   a. 2. L’elaborazione letteraria e filosofica dell’idea di Roma dalla Bassa Repubblica al Principato 

La natura della virtvs (parte I) di L.M.A. Viola 

a. La natura dell’animo e la costituzione dell’uomo vivente
  a. 1. L’identità che sussiste fra l’essere animico e l’Essere Divino Supremo
  a. 2. La generazione divina dell’animo e la sua natura spirituale
  a. 3. La distinzione degli stati dell’animo
  a. 4. L’animo dell’uomo come Genio-Angelo
  a. 5. Il Genivs, i suoi rapporti con l’anima e la costituzione dell’uomo vivente
b. Il culto dell’animo, la vittoria sulla morte e l’apoteosi geniale e gentilizia
  b. 1. I Mani e le loro relazione col Genio
  b. 2. La dignificazione geniale, il culto della stirpe e la divinizzazione dell’uomo virile romano 

La veste splendente. L’armatura degli eroi e l’ornamento della Dea (parte I) di M.I.A.V. Raggi 

Il valore simbolico delle vesti nei poemi epici
Iliade: vestire l’armatura
L’ornamento della Dea
Andromaca e la svestizione
Elena, dai bei capelli
La vestizione degli eroi

Magnanimitas. La quintessenza della virtù sovrana dell’animo religioso romano-italiano (parte V) di L.M.A. Viola
i. La magnanimitas nella tradizione religiosa
romano-italiana

Libertas (parte I) di L.M.A. Viola 

a. La dignitas
b. Dignitas e persona nell’ordinamento civile romano
c. La libertas intesa come propria di uno stato dell’essere
  c.1. Il senso della parola libertas
  c. 2. La natura divina della libertas
  c. 3. L’ascesi nella libertà e il conseguimento della liberazione
d. La libertà fondamentale data dalla virtù della prvdentia, la pienezza della libertà metafisica e l’esercizio plenario della ivstitia
e. La libertas reale, la vera pietas e l’esercizio della ivstitia 

Bellvm ivstvm e divinizzazione nella via militare romana di L.M.A. Viola 

L’ultima degenerazione dello pseudotradizionalismo
romano
(parte I) di A.R.Q. 

Premessa: le fasi precedenti del “tradizionalismo romano”
a. Religio e svperstitio, irregolarità e deviazioni nell’ambito dell’attuale religiosità romana e di altri indirizzi volti alla romanità
b. La fiera del neospiritualismo pagano
c. Roma Renovata Resvrgat, il tradizionalismo romano e la parodia della tradizione religiosa romana
d. Qvo Vadit Romanitas? Il marasma delle diverse iniziative
che intendono rifarsi a Roma
e. Le illusioni dello pseudotradizionalismo romano 

La concezione romana della divinizzazione integrale nella Repubblica fino all’opera di Cesare di L.M.A. Viola 

a. La tradizione della divinizzazione dalla Monarchia alla tarda Repubblica
b. La vita di Cesare e la sua divinizzazione
  b. 1. Le gesta esemplari
  b. 2. I caratteri esemplari della condotta virtuosa di Cesare
  b. 3. La congiura, il cesaricidio e i funerali divini
  b. 4. Testimonianze sulla divinizzazione in vita della persona di Cesare
  b. 5. Rettifiche delle erronee interpretazioni della
condotta di Cesare

  b. 6. La persona di Cesare fu divinizzata quando era ancora in vita 

Formazione Propedeutica alla disciplina religiosa romana

Il primo stadio convertivo
L’interesse religioso rettamente orientato
La costituzione dell’interesse religioso
rettamente orientato
di SRFP
La natura dell’interesse religioso rettamente orientato
La disciplina che costituisce l’interesse religioso rettamente orientato
1. Il primo passo: l’assunzione corretta dei quattro esercizi fondamentali della formazione
2. Il secondo passo: problematizzazione dello stato dell’essere e comunicazione dell’animo
3. Il terzo passo: la volontà univoca di modestia
Caratteri del soggetto interessato rettamente orientato
Caratteri del soggetto che presenta un interesse religioso perversamente orientato

Il tredicesimo libro dell’ E n e i d e  (parte I) di Y.A.Dauge 

Astrologia ed energia della metamorfosi
I. Carattere universale dello schema virgiliano.
II. Dominio e superamento dello zodiaco nell’Eneide.